Era da un po’ che non assistevamo ad una conferenza Nintendo in grande stile. Quella di oggi, per l’annuncio del Nintendo Switch, per molti, ha rappresentato un segnale di svolta. Una svolta definitiva.

Ci sarebbe tanto di cui discutere, dai 50 partner che preparano oltre 80 giochi per la nuova console, all’annuncio del nuovo approccio (a pagamento) dell’online di Nintendo. Quel che è certo è che questa volta la grande N fa sul serio. Nella presentazione, che troviamo di seguito, sottotitolata in italiano, per chi se la fosse persa, c’è stato di tutto. Persino quei bontemponi di EA che, com’è lecito aspettarsi, appena hanno fiutato la possibilità di un profitto con la volontà di Nintendo di vendere la nuova arrivata come mai prima d’ora, con un marketing aggressivo (solo al lancio saranno distribuite 2 milioni di unità, una cifra ottimistica), hanno annunciato la produzione di FIFA per Nintendo Switch. L’ultimo FIFA per una console Nintendo risale al 2013.

Si è parlato del nuovo capito di Mario, Super Mario Odissey, che ha lasciato il pubblico a bocca aperta mostrandosi in una veste completamente inedita, con il protagonista che camminava tra la gente di “New York”, del sequel di Splatoon, ovvero Splatoon 2, di Skyrim che è stato ufficialmente confermato (ma che difficilmente convincerà qualcuno a comprare la console dal momento che il titolo è stato rilasciato al pubblico nell’ormai 2011) e di Mario Kart 8 Deluxe.

Si sono visti anche titoli completamente nuovi, come ARMS e 1-2-Switch. Titoli che fanno del Joy-Con, i nuovi controller della console, un punto cardine dell’esperienza videoludica.

I Joy-Con, per l’appunto, nascondevano più di qualche segreto, come ad esempio il lettore NFC per gli Amiibo ed un nuovo sistema di vibrazione denominato HD rumble. A detta di Nintendo farà faville, anche grazie alla possibilità da parte dei controller di analizzare ciò verso cui vengono puntati e di determinarne la distanza.

Tanta carne al fuoco, dicevamo. Sarebbe difficile discutere di tutto senza scadere nell’approssimativo. Per questo motivo non ci rimane che lasciarvi alla visione della presentazione, ricordandovi che la console uscirà il prossimo 3 Marzo in tutto il mondo. La console, ed anche The Legend Of Zelda: Breath Of The Wild: questo è stato infatti il titolo che, per l’ennesima volta, ha lasciato il pubblico in trepida attesa di saggiarne le potenzialità. Chi non volesse acquistarne Switch, comunque, il cui prezzo è stato fissato a 329,99€ per il mercato europeo (decisione comunque delegata ai singoli rivenditori) potrà giocare questo titolo anche su Wii U, dal momento che la data di uscita sarà la stessa.