EaseUS Data Recovery Wizard, la recensione di Tech Scene

EaseUS Data Recovery Wizard, la recensione di Tech Scene

Continua la nostra collaborazione con la compagnia EaseUS. Questa volta daremo uno sguardo al software di recupero dati “Data Recovery Wizard”. Cosa è possibile fare con EaseUS Data Recovery Wizard? Come abbiamo visto in passato, infatti, troppo spesso ci capita di trovarci nella situazione in cui sia necessario dover recuperare dei dati, magari da un telefono, da una scheda di memoria o da un hard disk e, come facilmente intuibile, molto spesso si tratta di situazioni in cui i dati che desideriamo recuperare sono, per noi, molto importanti. Nel caso di una scheda SD non riconosciuta, ad esempio, è molto probabile che i file che desideriamo recuperare siano, per noi, questione di vita o di morte (foto o video di famiglia, ad esempio). Fermo restando che il nostro consiglio è sempre lo stesso, ovvero effettuare un backup dei dati importanti, magari online, potrebbero capitare casistiche in cui, per un motivo o per un altro, non ci sia stato possibile mettere al riparo i...

Una vagonata di Nindies in arrivo su Nintendo Switch

Una vagonata di Nindies in arrivo su Nintendo Switch

Chi dubitava del supporto, da parte di Nintendo, agli sviluppatori indipendenti sul nuovo Nintendo Switch dovrà ricredersi. E’ infatti stato mostrato oggi un video riassuntivo che illustra i giochi di sviluppatori indipendenti in arrivo su Nintendo Switch, molti di questi come esclusiva assoluta o temporanea. L’infografica in altro evidenzia i principali “Nindies” mostrati in video ed anche altri, non presenti, in arrivo sulla console di casa Nintendo. Non c’è dubbio che questa piattaforma ha grosse possibilità di diventare la console definitiva per giocare a questi giochi indipendenti, tanto più per il fatto che gran parte di essi godono di funzioni specifiche di Switch quali, ad esempio, il supporto all’HD rumble ed anche il multiplayer “adattivo”, ovvero sia locale che online. Nintendo sembra premere molto sull’acceleratore, dunque, per quel che riguarda il supporto a sviluppatori di terze parti, il che si sta traducendo,...

Nintendo Switch potrebbe avere un Tegra X2 Pascal dopotutto!

Nintendo Switch potrebbe avere un Tegra X2 Pascal dopotutto!

Notizia appena giunta in rete: qualcuno in Cina ha avuto modo di disassemblare Nintendo Switch, documentando il tutto con delle foto finite online. Ciò che è emerso chiarisce alcuni dubbi e ne solleva altri. Per prima cosa, è stato confermata al 100% la modularità delle componenti interne della console, il che si traduce in più semplici riparazioni, nella possibilità di sostituire la batteria senza troppi problemi ed altro. Una mossa senz’altro astuta da parte di Nintendo. Tra le altre altre cose ci si è naturalmente soffermati sul SoC che anima Nintendo Switch, quel famoso chip che NVidia ha confezionato appositamente per Nintendo e del quale non si è mai saputo più di tanto se non che ha qualcosa in comune con le architetture delle migliori schede GeForce attualmente in commercio. Naturalmente, letta così, quest’affermazione può significare tutto e niente. Fino ad oggi, perchè le foto del teardown che hanno iniziato a circolare in rete sembrano riaccendere le speranze...

Idea: e se, con Cyberpunk 2077, CD Project RED stesse progettando un (intero) “mondo” virtuale?

Idea: e se, con Cyberpunk 2077, CD Project RED stesse progettando un (intero) “mondo” virtuale?

E’ di qualche giorno fa l’indiscrezione, in vista di Cyberpunk 2077, secondo la quale CD Project RED starebbe ampliando notevolmente il proprio organico. Facciamo il punto della situazione. Per chi non lo sapesse, CD Project RED è la compagnia che ha sviluppato la serie The Witcher. Con la terna incarnazione del franchise, CDPR ha alzato l’asticella degli standard in tutto il mondo per i giochi di ruolo: oltre 800 premi ed un’acclamazione plebiscitaria. Da quando la compagnia polacca, da indipendente, sviluppava titoli senza troppe pretese, al terzo capitolo di una saga apprezzata da quasi tutti i giocatori. Dal lambire il fallimento (dopo lo sviluppo di The Witcher Arena) alla conclamazione assoluta (con la produzione di The Witcher 3 costato, complessivamente, oltre 90 milioni di dollari statunitensi). Con un tale peso sulle spalle e l’obbligo quasi morale di non poter deludere milioni di fan, bissando il successo dell’ultimo The Witcher e...