Continua la nostra collaborazione con EaseUS. Questa volta ci occuperemo di recensire un programma molto noto per la gestione delle partizione, ovvero EaseUS Partition Master Professional. Questa volta, comunque, a differenza dell’ultima, non ci soffermeremo sulla descrizione di chi siano i ragazzi di EaseUS, dovrebbe ormai essere noto, per chi ha letto la nostra ultima recensione, la professionalità di questi sviluppatore in ambito lavorativo e non.

EaseUS Partition Master Professional, di che si tratta?

Come lascia intuire il nome stesso, questo programma si occupa della gestione delle partizioni e dei dischi di PC, Laptop e workstations.

Cogliamo l’occasione dell’uscita del nuovo EaseUS Partition Master Professional 12.8 per provarlo e scrivere quindi cosa ne pensiamo. Per chi non lo sapesse, è bene chiarire cosa è possibile fare esattamente con questo software. Le possibilità sono diverse: ridimensionare e spostare partizioni, unirle, cancellarle/formattarle, nasconderle, pulirle e dare una semplice controllata.

L’uso di questo software si rende conveniente nel caso cui ci trovassimo di fronte ad un disco la cui formattazione con un file system particolare ne rende difficile la lettura o anche solo la gestione. Grazie a questo software è infatti reso più semplice convertire una partizione da primaria a logica, o passare da MBR a GPT per installare ad esempio Windows su macchine che supportano UEFI (per un avvio super rapido ed una sicurezza dei dati maggiore).

E’ inoltre possibile clonare dischi, cancellare definitivamente dei dati su un disco o recuperarne di importanti e via dicendo: insomma, si tratta di un pacchetto completo.

A differenza della gestione dischi di Windows, tuttavia, questo software ha un costo di 34,95€, perchè?

Per prima cosa, la semplicità di utilizzo che, unita alla comodità di utilizzare il software in diversi ambienti e con diversi file system, rappresenta una soluzione potente ed affidabile.

Per quanto affidabile, tuttavia, va ricordato che non è esente da bug (il software è crashato più di quanto sperassimo su una macchina con Windows 10 a 64 bit) ed in quanto molto potente da utilizzato solo da chi ha dimestichezza in ambito informatico.

Non esiste, infatti, semplicità sufficiente che vi eviterà di fare danni seri ai vostri dati se non sapete esattamente dove mettere le mani.

Secondariamente, la documentazione disponibile rende più accessibile la gestione di questo software anche senza essere un professionista (sempre ammesso che sappiate cosa state facendo). In questo senso, infatti, non sarete mai lasciati a voi stessi senza sapere cosa fare: tra wizard e menu intuitivi, potrete districarvi in operazioni talvolta ostiche come la creazione di supporti per la riparazione di Windows come un disco di avvio WinPE, l’allineamento 4K per gli SSD e molto altro ancora, tutte cose che di norma richiederebbero diversi software ed una conoscenza di essi abbastanza approfondita. De sequito le specifiche:

Sistema operativo
  • Windows 10/8.1/8/7/Vista/XP
Dispositivi supportati
  • ATA (IDE) HDD Parallelo
  • ATA (SATA) HDD Serial
  • SATA (eSATA) HDD Esterno
  • SCSI HDD
  • Disco a stato solido (SSD)
  • Tutti i livelli di controllori SCSI, IDE e SATA RAID
  • Supporto completato di configurazioni RAIDed (hardware RAIDs)
  • IEEE 1394 (FireWire) HDD
  • USB 1.0/2.0/3.0 HDD
  • Dispositivo rimovibile, come flash drive, scheda di memoria, memory stick ecc
  • Supporta disco rigido grande (disco rigido MBR e GPT, EaseUS Partition Master supporta disco rigido di capacità illimitato (anche in edizione commerciale) e illimitato disco.
File system supportato
  • EXT3
  • EXT2
  • NTFS
  • FAT32
  • FAT16
  • FAT12
  • ReFS
Requisiti di hardware
  • CPU: almeno con CPU X86 o compatibile con frequenza principale di 500MHz
  • RAM: uguale o superiore di 512MB
  • Spazio sul disco: disco rigido con 100MB di spazio disponibile

 

Conclusioni

Dunque, cosa pensiamo di questo software? Come sapete, Tech Scene si rivolge con onestà ai suoi lettori, che spesso hanno capacità tecniche già sufficienti a risolvere gran parte dei problemi che questi software mira a risolvere.

Il costo di 34,95€, infatti, non è appetibile per chi ha già una dimestichezza con il PC sufficiente a capire esattamente le potenzialità di questo programma.

Il pubblico a cui EaseUS si rivolge col suo EaseUS Partition Master Professional è infatti composto da utenti che fanno di affidabilità una prerogativa e che in tal senso non accettano compromessi.

Avremmo gradito una traduzione in lingua italiana più attenta e qualche crash in meno ma confidiamo nella professionalità di EaseUS per un incremento della stabilità sempre maggiore (per chiarirci, il software è già molto stabile, nelle nostre prove è crashato 2 volte in circa 4 ore, entrambe le volte mentre non stavamo eseguendo operazioni cruciali: il software era aperto senza far nulla) ma riusciamo senz’altro a vedere l’utilità di questo programma nel caso fosse necessario recuperare o ripristinare una partizione cancellata o danneggiata, rispettivamente.