Cresce sul web l’attesa già alta per Cyberpunk 2077, gioco di ruolo in cantiere negli studios di CD Projekt Red, la software house polacca nota per aver dato i natali al rpg The Witcher. Come suggerisce il titolo, le vicende trattate sono ambientate in un futuro distopico e tecnicamente avanzato, ben noto agli estimatori di quel ramo della fantascienza di cui condivide il nome. Il gameplay, indirizzato ad un pubblico maturo, trae a piene mani la sua struttura da Cyberpunk 2020, vecchio gioco di ruolo cartaceo ideato da Mike Pondsmith e basato sul sistema Pen&Paper; ogni elemento è però necessariamente rivisto e riorganizzato per aderire ad un salto in avanti di 57 anni rispetto all’ambientazione originale.

1920x1080_Art

Mateusz Kanik, responsabile del progetto, ha rilasciato un’intervista autoprodotta al sito Gametrailers nella quale ha fornito i primi dettagli sostanziali. La trama prenderà forma in una metropoli ricostruita in seguito ad una detonazione nucleare, punto culminante della “quarta guerra delle corporazioni” descritta in Cyberpunk 2020. Night City incarna le caratteristiche della società in cui è inserita: le megacorporazioni stanno velocemente spodestando i governi centrali, sempre più deboli, e le sterminate periferie sono la dimora di individui costretti da un sistema corrotto a riunirsi in sanguinose gang. La tecnologia avanza prepotentemente, tanto da permettere la diffusione di impianti cibernetici per la modificazione del corpo umano. In questo contesto ipertecnologico si inserisce il Braindance, una nuova forma di intrattenimento che attraverso gli impianti prevede la visione di “film” direttamente nel cervello; la versione potenziata dei braindances permette di entrare in un profondo contatto empatico con la persona che lo registra, al punto che ne condividerebbe anche la morte: il passo per un uso criminale di tale strumento è breve.

Compito del protagonista, un eroe cresciuto nelle strade ed arruolato nelle Psycho Squad, è mantenere l’ordine tra coloro che hanno perso il senso dell’umanità intrappolati in modificazioni cibernetiche estremizzate. Il giocatore si muoverà in un ambiente sandbox (simil GTA) e la storia sarà non-lineare, con diversi filoni principali; gli impianti cibernetici disponibili per le diverse parti del corpo danno ampia libertà anche nella personalizzazione. Combattimenti corpo a corpo, veicoli volanti ed equipaggiamenti tratti dal Cyberpunk originale condiscono il tutto. Il titolo sarà sviluppato con il RED Engine, motore fisico utilizzato per Witcher 2, aggiornato in modo da gestire meglio la fisica del gioco, in primis le dinamiche balistiche e i movimenti corporei.

La data di uscita è ancora sconosciuta, data la relativa giovinezza del progetto. Nel frattempo, godetevi il teaser trailer ufficiale: http://www.youtube.com/watch?v=P99qJGrPNLs